Nell’ambito dell’ indirizzo professionale nel quale operano – articoli da equitazione, veicoli e tecnica, articoli di pelletteria – gli artigiano del cuoio e dei tessili fabbricano, riparano e modificano i prodotti specifici rispettando criteri economici ed ecologici. Utilizzano prevalentemente diversi tipi di cuoio e di tessili.

Gli artigiani del cuoio e dei tessili (in precedenza: sellai da carrozzeria) lavorano, con l’ausilio di attrezzi e macchinari appropriati, cuoio e tessili in modo accurato, economico e rispettoso dell’ambiente. Trattano sia il cuoio duro e resistente, sia quello sottile e flessibile, come pure la tela olona e i tessili sintetici. Dalla concezione alla consegna al cliente, passando per la fabbricazione, eseguono ogni ordinazione in modo autonomo e discreto.
Gli artigiani del cuoio e dei tessili producono articoli singolarmente o in serie.

All’inizio sviluppano prototipi, modelli e campioni di lavoro partendo da disegni, foto o oggetti: ciò richiede un marcato senso delle forme e una buona capacità di rappresentazione spaziale. Scelgono poi i materiali adatti e li tagliano secondo un cartamodello. A dipendenza dell’articolo, impiegano prodotti metallici quali ferrature e occhielli, così come materiali di imbottitura. La lavorazione avviene in parte manualmente, in parte con l’uso di macchinari specifici, nel pieno rispetto delle prescrizioni in materia di sicurezza sul lavoro e protezione della salute.

L’attività degli artigiani del cuoio e dei tessili varia a seconda del loro indirizzo professionale:

  • articoli da equitazione
    confezionano e riparano articoli per l’equitazione, per gli attacchi e per la zootecnica, come ad esempio selle, finimenti, briglie, cinghie e imbottiture, tenendo conto dell’anatomia dell’uomo e dell’animale;
  • veicoli e tecnica
    eseguono lavori di rivestimento interno e di imbottitura per veicoli, treni, battelli ed aerei, ad esempio producono sedili, moquette, cappotti, involucri, filtri in tessuto e tende, montano e smontano prefabbricati come airbag o vetri, fabbricano teloni di protezione o pubblicitari;
  • articoli di pelletteria
    producono e riparano prevalentemente oggetti per la moda come borse, portafogli, portamonete, portachiavi, portadocumenti, trousse, scrigni e valigie, montando anche accessori e borchie a regola d’arte.

Nel negozio di vendita, gli artigiani del cuoio e dei tessili hanno il compito di consigliare la clientela in modo competente e cortese, informandola ad esempio sui diversi materiali o sullo stato dell’ordinazione.

Durata: 3 anni

Formazione professionale di base (tirocinio) in un’azienda attiva nella selleria o nella pelletteria e frequenza dei corsi alla Scuola professionale artigianale e industriale (SPAI) di Bellinzona, 1 giorno alla settimana. La formazione si svolge in uno dei tre indirizzi professionali: articoli da equitazione, veicoli e tecnica, articoli di pelletteria.

Materie d’insegnamento a scuola:

  • pianificazione e preparazione delle attività in base alle esigenze dei clienti e del mercato;
  • rispetto delle prescrizioni in materia di sicurezza sul lavoro, protezione della salute e dell’ambiente;
  • identificazione, lavorazione e cura di cuoio, tessili e altri materiali;
  • utilizzo e manutenzione di macchinari e attrezzi;
  • progettazione, realizzazione e riparazione di prodotti con cuoio e tessili;
  • cultura generale;
  • sport.

La persona in formazione segue pure i corsi interaziendali (16 giornate) organizzati dall’associazione professionale.

Al termine della formazione, superata la procedura di qualificazione (esami), si consegue l’attestato federale di capacità (AFC) di

ARTIGIANO/A DEL CUOIO E DEI TESSILI

con indicazione dell’indirizzo professionale scelto.

(Ordinanza federale sulla formazione professionale di base del 5 maggio 2011)

PERFEZIONAMENTO

  • corsi e seminari organizzati dalle associazioni professionali e dalle scuole;
  • maturità professionale che agevola l’accesso ai perfezionamenti professionali e alle scuole universitarie professionali (SUP);
  • esame professionale federale superiore (EPS) per conseguire il titolo di maestro/a del cuoio e dei tessili dipl.;
  • scuola universitaria professionale per conseguire un bachelor of arts SUP in design industriale e di prodotti, in architettura d’interni o in discipline affini.
Hello!

Vai alla barra degli strumenti